Finanziamenti BancoPostaclick: alternativa ai Mutui Bancari per acquistare Casa

Tutti i clienti che aprono un conto corrente presso le Poste Italiane possono richiedere un mutuo o un prestito BancoPosta per acquistare o ristrutturare un’abitazione oppure per ottenere semplicemente un po’ di liquidità per soddisfare altre proprie necessità. Con questo prodotto le Poste Italiane ampliano la propria gamma di finanziamenti che, già oggi, riscuote un ampio consenso in virtù delle condizioni vantaggiose e della capillare diffusione degli uffici.

Uno dei più grandi vantaggi delle Poste Italiane, infatti, è proprio quello di avere dei punti di contatto con il pubblico anche nei pressi dei piccoli centri abitati dove le grandi banche non possono essere presenti perchè poco profittevole. A questo va anche aggiunta la proverbiale preferenza che anziani e pensionati hanno sempre dimostrato nei confronti delle poste e, più in generale, dei prodotti bancoposta.

Come funziona il finanziamento bancopostaclick

Il suddetto finanziamento può essere concesso anche con finalità di surroga nei casi in cui il richiedente abbia già contratto in precedenza dei mutui con un altro ente o istituto bancario. Nel caso in cui il finanziamento venga richiesto per finalità di acquisto o per sostituzione di un mutuo pre-esistente, esso può arrivare a coprire fino all’80% del valore dell’immobile. In caso di richiesta di finanziamento al solo fine di avere liquidità, l’importo potrà arrivare a coprire fino al 55% del valore commerciale dell’immobile in questione. Mentre, In caso di ristrutturazione, il mutuo BancoPosta arriva a coprire il 100% del costo delle spese di ristrutturazione, a condizione però che queste non superino il 40% del valore dell’immobile.

Per poter ottenere il finanziamento il richiedente deve presentare un’iscrizione ipotecaria di primo grado che deve essere pari al 150% della somma del mutuo. Per quanto riguarda i tassi applicati al finanziamento, si tratta di somme che vengono stabilite secondo un parametro preso ogni mese dal mercato dei capitali e secondo uno spread. Per quanto riguarda la restituzione delle rate del mutuo, queste vengono rimborsate tramite un addebito mensile che viene effettuato tutti i 27 del mese direttamente sul conto BancoPosta del richiedente.

In alcuni casi il richiedente potrà anche decidere di estinguere il debito in anticipo rispetto ai tempi precedentemente concordati senza dover pagare alcuna penale o spesa aggiuntiva. Questo principio non vale, però, nei casi in cui il mutuo venga richiesto esclusivamente per poter avere della liquidità: in questo caso, infatti, viene applicata una commissione pari all’1% del capitale residuo. Per avere maggiori informazioni si può leggere questa guida ai prodotti bancopostaclick.

Applicazione Bancopostaclick per smartphone

Un altro aspetto molto interessante relativo ai prodotti bancoposta è quello relativo alle nuove applicazioni per dispositivi mobile. Di fatto queste applicazioni rendono molto più semplice la vita del cliente. Basta scaricare l’app sul proprio dispositivo e si avranno a disposizione tutti i prodotti della gamma bancopostaclick. I servizi disponibili sono moltissimi: si va dalla richiesta di un finanziamento alla possibilità di pagare un bollettino.

Al momento l’applicazione bancoposta è disponibile solo per dispositivi Android e IOS ma si spera che a breve venga resa disponibile anche per i prodotti apple.

Altri Prestiti Banco Posta

Per ottenere un prestito oggi ci si può rivolgere non soltanto alle banche o alle società finanziarie ma anche ad altri enti, come per esempio le Poste Italiane. I prestiti che il gruppo di Poste Italiane mette a disposizione dei propri clienti sono tre: il prestito Quinto Banco Posta, il prestito Banco Posta e il prestito Prontissimo Banco Posta. Analizziamo, quindi, nel dettaglio ciascuna di queste tre opzioni.

Il prestito Quinto Banco Posta è molto vantaggioso in quanto può essere richiesto anche se non si è titolari di un conto Bancoposta proprio perché la trattenuta viene effettuata direttamente sulla pensione percepita. La durata del finanziamento può essere variabile e va da un minimo di trentasei mesi ad un massimo di centoventi. Questa tipologia di finanziamento prevede una copertura assicurativa garantita dal Fondo Rischi Inpdap. Inoltre, per l’estinzione anticipata non sono previste spese accessorie.

Il prestito Banco Posta può essere richiesto dai titolari di un conto BancoPosta. La somma erogabile va da 1.500 a 30.000 da rimborsare in un periodo variabile tra i 12 e gli 84 mesi. Le rate vengono trattenute direttamente sul conto postale.

Il prestito Prontissimo è un finanziamento rapido, ideale per sovvenzionare piccole spese impreviste o progetti di entità modesta. Anche qui, non vi è l’obbligo di essere titolari di un conto BancoPosta. Il prestito Prontissimo viene erogato in pochissimi giorni e si possono richiedere somme che variano da 1.500 a 10.000 euro. La somma può essere restituita in un periodo che varia da 24 a 72 mesi. Ricordiamo, inoltre, che il suddetto finanziamento, può essere restituito anticipatamente in maniera del tutto gratuita.