Piccoli Prestiti Senza Garanzie: per affrontare piccole esigenze

Ci sono volte in cui si ha fortemente bisogno di denaro per affrontare delle situazioni economiche non eccessivamente impegnative ma che comunque richiedono un certo impegno economiche. A seconda della propria situazione economica del momento, si potrebbe non avere, in contanti o sul conto corrente bancario, il denaro di cui si ha bisogno al momento, e per questo motivo bisogna fare affidamento sui prestiti.

Tuttavia, per usufruire dei finanziamenti, c’è bisogno quasi sempre di avere delle garanzie. Abbiamo detto quasi sempre perché ci sono anche delle situazioni in cui si può optare per dei piccoli prestiti senza garanzie.

Piccoli Prestiti Senza Garanzie

Come suggerisce il nome, questi prestiti sono pensati per dare un certo aiuto monetario a coloro che stanno cercando di soddisfare alcune piccole esigenze monetarie del momento. Si tratta di prestiti non garantiti e possono, per questo motivo, essere ottenuti senza dover dare alcuna garanzia aggiuntiva che non sia quella della firma del debitore principale.

Senza garanzie, si è liberi da quasi ogni rischio. Si tratta, ad esempio, di finanziamenti concessi solitamente a lavoratori dipendenti o a pensionati, che possono offrire come unica e sufficiente garanzia il proprio stipendio o la pensione netta, da cui la rata periodica andrà detratta secondo la modalità della cessione del quinto (per saperne di più leggi anche http://www.prestitionlineitalia.com/cessione-del-quinto-dello-stipendio-2).

Per poter ottenere dei prestiti personali senza garanzie bisogna anche prendere in considerazione il proprio reddito e la propria capacità di rimborso, oltre che la propria storia creditizia, perché senza alcuna garanzia aggiuntiva è particolarmente complesso riuscire ad avere credito se si è cattivi pagatori o protestati.

Piccoli prestiti personali

Questi piccoli prestiti personali si possono ottenere per importi di vario genere, solitamente vanno da 200 euro e arrivano fino a 2.000 euro, con variabili intermedie 500 e 1.000 euro. L’importo ottenuto può essere utilizzato per dei piccoli lavori di ristrutturazione a casa, per acquistare dei piccoli elettrodomestici (come un frigorifero), per fare del consolidamento debiti, per pagare dei conti e delle bollette mediche, e così via. Una volta ottenuta la somma, bisogna rimborsarla nei giro di 6 – 24 mesi di solito, anche se in questo caso dipende molto dalla società finanziaria presso cui si fa richiesta.

Dato che il prestito viene concesso senza alcuna garanzia, i tassi di interesse sono leggermente superiori alla media, ma grazie alla forte concorrenza (in maniera particolare per i prestiti online) si possono trovare delle interessanti opportunità.

Prestiti tra privati

Chi avesse dei problemi finanziari, può chiedere dei prestiti tra privati, che solitamente permettono di ottenere delle soluzioni a tassi ancora convenienti, anche se bisogna distinguere tra le varie società finanziarie.

Per sua stessa precisazione, Soisy (una delle tre agenzie finanziarie di finanziamenti tra privati in Italia, che ringraziamo per averci contattato) punta al credito sostenibile e ad evitare l’eccessivo indebitamento (giustissimo) ed è particolarmente selettiva nello scegliere i clienti che richiedono un prestito, non accettando richieste da clienti che hanno avuto problemi di credito in passato, anche piccoli, e hanno avuto dei ritardi o dei mancati pagamenti in mutui, prestiti o carte di credito, e da chi ha dei redditi sproporzionati al totale dei prestiti, dei mutui e delle carte di credito attivi al momento della domanda presso Soisy.

Il modo migliore per poter fare domanda e preventivo di piccoli prestiti senza garanzia alcuna è andare online: tutto ciò che bisogna fare è riempire un modulo di richiesta con tutti i dettagli richiesti e attendere la risposta di fattibilità, che di solito avviene nel giro di poco tempo.

I piccoli prestiti non garantiti si rivelano un perfetto modo per ottenere in prestito delle somme di denaro non grandi con cui fare acquisti o dei pagamenti cercando di contenere al minimo il rischio.