Cessione del Quinto Senza TFR

149

Guida alla cessione del quinto senza il TFR: chi lo può richiedere, garanzie alternative e migliori banche per la cessione no TFR.

In questo articolo vogliamo occuparci della cessione del quinto senza TFR (Trattamento di Fine Rapporto), una tipologia molto particolare di cessione V che è ancora possibile ottenere.

Quando si può ottenere la cessione del quinto senza il TFR? Quali dipendenti possono averla?

Cessione del quinto senza TFR, guida 2020

Partiamo con il dire che la cessione del quinto dello stipendio senza TFR è una forma di prestito che si ottiene senza la garanzia del Trattamento Fine Rapporto, quindi senza la possibilità per l’ente bancario di avere una somma di denaro su cui rifarsi.

Per questo motivo non tutti i dipendenti possono avere una cessione senza avere il TFR.

I dipendenti che possono averla sono, solitamente:

  • dipendenti pubblici, statali o ministeriali, come le forze armate, i professori, gli impiegati comunali, regionali o statali;
  • i lavoratori di grandi aziende private (grandi SRL, o le SPA per capirci), di solito con più di 16 dipendenti.

La condizione fondamentale è avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Rimane sempre obbligatorio sottoscrivere un’assicurazione sulla vita, che tuttavia è una cosa fondamentale anche nella cessione del quinto con il TFR, quindi questa cosa non cambia.

Perché non si ha il TFR?

Possono essere tanti i motivi per cui non si ha il TFR:

  • puoi essere un neoassunto, quindi non l’hai ancora maturato;
  • puoi averlo impegnato per garantire altri debiti, quindi è già occupato;
  • puoi averlo richiesto in passato, quindi lo hai già usato.

Quale che sia la ragione, questo potrebbe limitare le tue possibilità di chiedere un prestito (tranne se sei un dipendente pubblico o di una grande azienda privata, in questo caso puoi ancora delle interessanti opportunità).

Le banche e le finanziarie chiedono il TFR come garanzia: se tu smetti di pagare le rate mensili, l’istituto di credito può rifarsi sul tuo TFR per riprendere la somma che ti ha prestato.

Garanzie alternative al TFR

Se non hai il TFR, devi necessariamente fornire altre garanzie.

Nel caso in cui tu fossi un dipendente del settore pubblico o di una grande azienda, nella maggior parte dei casi è sufficiente dimostrare di avere un contratto a tempo indeterminato che questo può essere una garanzia sufficiente per la banca o la finanziaria.

Al contrario, dovresti poter fornire altre garanzie (come ad esempio la firma di un garante).

Ricorda tuttavia che ogni banca ed ogni finanziaria è a sé, dunque ha pieno potere di decidere se concedere o meno un prestito.

E questo è sicuramente positivo perché, anche se hai avuto qualche rifiuto, ci saranno comunque delle banche o delle finanziarie a cui poterti rivolgere.

Migliori banche e finanziarie per chiedere prestiti con cessione del quinto no TFR

  • Signor Prestito (Click per il Sito Ufficiale): Signor Prestito è una realtà attiva in tutta Italia che concede prestito 100% online. Dopo aver compilato la domanda di prestito sul sito ufficiale, si verrà contattati da un professionista per trovare la soluzione migliore per le proprie necessità;
  • Cofidis (click per il sito ufficiale Sito Ufficiale): Cofidis è una finanziaria che opera su internet e propone finanziamenti al 100% online. La richiesta è veloce e la risposta anche;
  • SuperMoney (click per il sito ufficiale): un motore di ricerca che ti consente di confrontare i migliori prestiti per trovare quello dal tasso migliore.

Ricordati che è fondamentale chiedere più preventivi (sono senza impegno) così da confrontarli e trovare quello più conveniente.

Cessione del quinto, migliori tassi 2020

Di seguito una panoramica 2020 sui migliori tassi per la cessione del quinto:

  • Findomestic: 5,24%
  • Cofidis (Sito Ufficiale): 6,78% (TAEG per un prestito di 10.000€ per 84 mesi);
  • Compass: da 6,97% a 12,31% (TAEG)

Quanto si può ottenere con la cessione del quinto senza TFR?

Come nella cessione del quinto classica, anche la versione “Senza il TFR” permette di pagare una rata massima di 1/5 dello stipendio netto (vedi il calcolo rata cessione del quinto).

Facciamo un esempio.

  • Stipendio netto di 1.500€ al mese;
  • Rata massima di 300€ al mese;
  • Durata massima della cessione del quinto 120 mesi (è per legge);
  • Importo massimo che si può chiedere 300€ x 120 mesi = 36.000€

Ricorda di verificare se la somma che la banca o la finanziaria ti eroga è netta o lorda delle spese che devi rimborsare.

La cessione del quinto senza TFR conviene? Opinioni

In conclusione possiamo dire che la cessione del quinto senza il TFR è una soluzione conveniente a condizione di poterla prendere.

Per farlo, ti ricordiamo che devi rientrare in uno dei gruppi visti prima (dipendenti del settore pubblico, oppure privato ma di grandi aziende).

Inoltre, ti ricordiamo che è importante richiedere più preventivi (sono senza impegno) così da poterli confrontare per trovare il migliore per le tue esigenze.

Tra le varie società finanziarie, Signor Prestito (vai al Sito Ufficiale) e Cofidis (vai al Sito Ufficiale) sono due alternative.